Ne è passato di tempo da quando WhatsApp era solo una semplice piattaforma di messaggistica istantanea. Alla soglia dei 175 milioni di utenti attivi, l’app di casa Zuckerberg si rivela sempre più spesso un’ottima alleata a supporto di piccoli e medi business grazie ai numerosi aggiornamenti e alle funzionalità dedicate al mondo delle imprese. Dopo il lancio dei messaggi effimeri, la piattaforma ha annunciato una nuova funzione globale in arrivo che renderà ancora più semplice per gli utenti accedere ai cataloghi delle aziende e conoscere i loro prodotti e servizi. Ecco come funziona il tasto shopping su WhatsApp.

WhatsApp e il tasto shopping: come funziona?

La nuova feature di casa Zuckerberg si rivolge, dunque, a tutti quegli utenti che utilizzano WhatsApp per fare acquisti e che da oggi potranno accedere ai cataloghi dei propri negozi preferiti in modo molto più semplice e intuitivo. Grazie al tasto shopping, infatti, sarà possibile fare acquisti semplicemente avviando una conversazione e cliccando sull’icona bianca a forma di negozio in alto a destra, che sostituirà il tasto per le videochiamate (che sarà disponibile come opzione secondaria)

Così semplice per gli utenti, altrettanto semplice per le imprese. Come riportato nelle FAQ della piattaforma, sono solo due, infatti, i requisiti richiesti alle aziende per poter usufruire del nuovo tasto per lo shopping: l’utilizzo della versione Business dell’app di messaggistica istantanea e la creazione di un catalogo. Una volta soddisfatte tali condizioni, l’attivazione del pulsante shopping sarà automatica.

Quando sarà disponibile?

La novità arriva in un momento di forte crescita per la celebre piattaforma di messaggistica istantanea. Complice il distanziamento sociale e le restrizioni imposte dai governi dei diversi paesi, sempre più spesso i piccoli business si vedono costretti a ricorrere al digitale per vendere i propri prodotti o servizi. Se l’eCommerce potrebbe rappresentare un investimento cospicuo per una piccola impresa, grazie alla possibilità di creare e gestire cataloghi WhatsApp Business in molti casi si rivela la soluzione giusta (ed economica) per far fronte a necessità di questo tipo.

WhatsApp Pay

Il tasto shopping, in realtà, segna anche un altro passo importante per l’app di messagistica acquisita da Zuckerberg: ovvero il lancio in India del servizio WhatsApp Pay. Parliamo di un sistema di pagamenti sicuri che consente agli utenti di WhatsApp di poter scambiare piccole somme di denaro con amici e parenti direttamente all’interno dell’applicazione. Che WhatsApp Pay sia davvero il futuro del “business messaging”? È presto per dirlo, ma qualcosa fa presagire che questa funzione potrebbe presto essere estesa anche al mondo delle aziende.