Facebook fa un nuovo passo verso l’integrazione delle app del suo ecosistema. Il social network ha recentemente annunciato la sperimentazione di Accounts Center, una nuova funzione delle impostazioni che si trova su Facebook, Instagram e Messenger e che consente all’utente di gestire tutti i suoi account da un unico luogo. 

Cos’è Accounts Center?

La novità introdotta da Facebook si chiama Account Center ed è essenzialmente un tool che, una volta reso disponibile, permetterà di gestire tutte le app più in voga del momento da un unico portale. Azione come la pubblicazione di una storia su Facebook e Instagram in contemporanea o fare il log in su Instagram usando l’account di Facebook saranno estremamente facili da svolgere . Attualmente la società di Zuckenberg ha implementato questa funzione solo in “modalità prova” e solo in alcune aree ben specifiche per testare al meglio lo strumento appena creato.

Tanti account, un’unica app

A parole questa sembrerebbe una vera manna dal cielo per tutti gli utenti che hanno diversi account su cui condividere i medesimi contenuti. Niente più storie da dover fare due volte, niente più doppia lista di messaggi. Rivoluzione? Più che altro Facebook inizia a muoversi in maniera più spedita verso quell’ argomento tanto caro e criticato dai suoi utenti: l’integrazione delle app del suo ecosistema forse (fino all’annuncio di Accounts Center) messo troppo da parte dalla società di Zuckenberg.

Integrazione, misura necessaria

Ne parlavamo prima, integrazione. È innegabile che prima o poi Zuckenberg dovesse affrontare in modo serio e concreto questo problema. Soprattutto dopo le tante acquisizioni della “Grande F Blu” tra Instagram e Whatsapp.

Un’integrazione necessaria che sarà di sicuro una agevolazione per tutti gli utenti che usufruiscono di queste applicazioni.A trarne sicuramente maggior beneficio saranno tutti coloro che utilizzano qqueste app non solo per uso personale, ma anche professionale come aziende o influencer.

Non solo Accounts Center

Accounts Center sembra essere solo l’inizio del nuovo piano di integrazione. Entro la fine dell’anno – spiega la società in una nota – negli Usa si potrà anche usare Facebook Pay per fare pagamenti e donazioni sia su Facebook che su Instagram.

L’iniziativa “Facebook Pay” rientra nel piano di riorganizzazione di alcuni servizi forniti dall’azienda, ma è separata da Libra, l’ambizioso progetto del CEO di Facebook, Mark Zuckerberg, per creare una valuta digitale propria che finora ha incontrato forti opposizioni da parte di numerosi governi, spingendo alcune grandi aziende come Visa e Mastercard a sfilarsi.