Amazon apre la sua farmacia online: da pochissimi giorni il colosso dell’e-commerce ha lanciato negli Stati Uniti un portale tutto nuovo che prende il nome di Amazon Pharmacy. Una vera ed inaspettata news che da a tutti i milioni di clienti statunitensi, l’opportunità di acquistare farmaci e medicinali vendibili dietro prescrizione medica oltre a quelli da banco, già reperibili sul sito.

Inoltre, per gli abbonati Prime che non hanno l’assicurazione sanitaria sono previsti sconti fino all’80% sui medicinali generici e fino al 40% su quelli delle principali case farmaceutiche.

Amazon e i prodotti farmaceutici, come acquistare

L’azienda spiega che per acquistare i prodotti su prescrizione, i clienti con più di 18 anni dovranno registrarsi con i propri dati personali. Questi ultimi avranno anche la possibilità di inserire informazioni sanitarie in merito ad allergie o eventuali patologie oltre che tutte le informazioni assicurative, con la sicurezza che tali info non saranno condivise senza l’esplicito consenso. Inoltre, i clienti potranno anche chiedere al proprio medico di inviare direttamente ad Amazon la ricetta così da velocizzare la procedura di ordine.

Tra i medicinali in vendita su Amazon Pharmacy ci saranno, ad esempio, prodotti per la cura del diabete come insulina o metformina, insieme ad inalatori o prodotti per l’emicrania. Secondo quanto precisato dall’azienda, non ci saranno invece oppioidi e altri prodotti la cui produzione e distribuzione è controllata dallo stato in base a specifiche procedure.

Dove sarà disponibile Amazon Pharmacy? 

Il servizio sarà disponibile in 45 Stati su tutto il territorio statunitense. Al fine di garantire la privacy, Amazon consegnerà i prodotti in confezioni “discrete” in due giorni lavorativi per i suoi abbonati Prime e in cinque giorni per tutti gli altri, con la possibilità di un sovrapprezzo di 5,99 dollari per usufruire della consegna prioritaria.

Inoltre, sempre per i clienti Prime è anche prevista la possibilità di ricevere sconti per gli acquisti in oltre 50mila farmacie tra cui Cvs, Walmart, Rite Aid e Walgreens, tutte aziende che in borsa hanno accusato il colpo dell’annuncio di Amazon con perdite tra il 7% e 8% per Cvs e Walgreens, e dell’1,27% per il principale rivale Walmart.

Amazon continua così ad allargare inesorabilmente il proprio giro d’affari, riuscendo ad entrare sempre più nelle case di milioni di persone in giro per il mondo.