Se ne parla sempre e gli esempi sono ormai di “dominio pubblico” (come ad esempio quello di Chiara Ferragni). Il Personal Branding è giorno dopo giorno una realtà sempre più forte all’interno del mondo economico e digitale italiano e mondiale. Una domanda, però, sorge spontanea: cos’è il Personal Branding? In quali casi può rivelarsi una carta vincente?

Personal Branding

Rispondiamo subito alla domanda: con l’espressione Personal branding si fa riferimento a quell’insieme di strategie messe in atto per promuovere sé stessi, le proprie competenze ed esperienze, la propria carriera alla stregua appunto di un brand. Sfruttato in praticamente qualsiasi settore, ha molto a che vedere con il marketing personale.

Obiettivi, tempi e caratteristiche

Per fare personal branding, insomma, serve innanzitutto un brand a cui poter dare forma concreta, visibile, riconoscibile. Può essere utile porsi traguardi da raggiungere in un determinato arco di tempo. 

Anche stabilire gli obiettivi e assicurarsi che siano chiare al pubblico a cui ci si rivolge, però, è di fondamentale importanza. Step e obiettivi di un’operazione di questo tipo, insomma, sono molto simili a quella di qualsiasi altra più tradizionale operazione di branding. 

Punto fondamentale di tutto questa strategia è la persona stessa (da qui il nome Personal) che dovrà essere in grado di portare a realizzazione il proprio “piano”. Carisma, ambizione sono solo alcune delle caratteristiche che la persona al centro di tutto dovrà incarnare.

Avere ben chiaro la mission consente di tracciare il percorso da seguire, una buona strategia è alla base di ogni progetto.

Esempi famosi di Personal Branding

Da Chiara Ferragni e passando per il popolato mondo di blogger, youtuber, influencer tanti sono oggi i personaggi che hanno raggiunto popolarità proprio tramite una studiata strategia di personal branding online. 

Molte sono le lezioni di marketing e branding personale che si possono trarre, per esempio, dal fenomeno Elon Musk. Per finire, la semplicità della proposta del brand Musk e la trasparenza nel mettere in chiaro e fin da subito i propri obiettivi –anche se pur strettamente legati al guadagno – sono, senza dubbio, i fattori che lo hanno reso amato e amabile anche dal grande pubblico.